Assistenti virtuali, come cambia l’interazione dalle chat ai bot

Assistenti virtuali

Gli assistenti virtuali sono entrati prepotentemente nella nostra vita, dal privato al pubblico fino al lavoro. Nel corso degli anni si sono fortemente evoluti e vengono progettati sempre più secondo le specifiche necessità degli utenti.

Tutto ruota intorno alla comunicazione, che poi è l’essenza fondamentale del marketing. In principio erano le chat, gestite da persone in carne ed ossa che rispondono alle domande dei clienti. Le chat ancora oggi rivestono un ruolo fondamentale per fornire un’adeguata assistenza clienti, ma sono state implementate dai bot.

Il termine deriva da robot e indica un software, basato sull’intelligenza artificiale, in grado di analizzare la domanda dell’utente, sfruttare le informazioni in suo possesso e fornire una risposta adeguata e soddisfacente.

Sulla piattaforma di chat Telegram sono state avviate applicazioni basate su questi dispositivi destinati alla bot Economy, ed i risultati sono stati eccellenti.

Gli smartbot di Humable possono essere integrati con qualsiasi canale digitale, dal sito web a Messenger fino alle app e Telegram.

Assistenti virtuali online: la differenza tra bot e chatbot

dalle chat ai bot

Gli assistenti virtuali con l’intelligenza artificiale hanno fatto passi da giganti, fino a differenziarsi nel corso del tempo. bot e chatbot presentano differenze sottili, ma sostanziali, che è opportuno conoscere.

Il bot fondamentalmente è un’applicazione che svolge compiti automatizzati, basandosi su una serie di algoritmi. I bot in uno smartphone ad esempio ti avvisano nel corso di una giornata quando è l’orario di un appuntamento o di una riunione. Sono inoltre in grado di fornire risposte predefinite a determinate domande o richieste di assistenza, automatizzare l’invio di email e smistarle al reparto addetto ecc.

Gli assistenti virtuali chatbot rappresentano una versione evoluta dei bot, poiché sono perfettamente in grado di sostenere una conversazione come se fossero dipendenti umani. Si tratta di assistenti virtuali automatizzati in grado di comprendere e recepire un input, sia testuale che vocale, per poi elaborare una risposta mirata ed utile, finalizzata a fornire una soluzione al problema dell’utente.

A che serve un assistente virtuale e come sfruttarlo al meglio in un’azienda?

Dopo aver capito cosa sono gli assistenti virtuali e cosa fanno, è opportuno comprendere come sfruttarli al meglio a livello aziendale, soprattutto per ottimizzare il customer care.

Le chat, gestite da dipendenti in carne ed ossa, stanno diventando strumenti di comunicazione sempre più importanti. Gli utenti le utilizzano per avere informazioni, fare domande specifiche o anche avanzare delle lamentele. In tempo reale possono quindi ricevere una soluzione al loro problema. Naturalmente il servizio di assistenza clienti non può essere attivo 24h, o comunque non è in grado di rispondere tempestivamente a tutte le richieste di supporto, soprattutto quando il flusso è molto elevato.

Ed è qui che entrano in gioco i chatbot assistenti virtuali che, sostituendosi alle persone umane, sono in grado di sostenere senza difficoltà ogni conversazione e indirizzare l’utente verso la risoluzione del problema. Potresti pensare che un software, per quanto avanzato, non può mai sostituire un essere umano. Da un punto di vista emotivo nessuna intelligenza artificiale sarà in grado di empatizzare come una persona, ma da un punto di vista pratico le prestazioni sono quasi equiparabili.

I nostri chatbot si basano infatti sul Natural Language Processing e sul Machine Learning, processi tramite i quali le macchine vengono addestrate a comprendere il linguaggio umano e ad apprendere sempre più nozioni. I chatbot imparano “sul campo” fino a comprendere sempre meglio il linguaggio umano per poi replicarlo in modo del tutto autonomo.

Assistenti virtuali e intelligenza artificiale, gli strumenti di Humable per migliorare il servizio clienti

Noi di Humable ti offriamo diversi strumenti per assistenti virtuali in grado di migliorare il servizio clienti. I consumatori di oggi vogliono risposte immediate e pertinenti, quindi fornire un servizio ad uso e consumo delle loro necessità aumenta le possibilità di fidelizzazione ed il tasso di conversione.

I nostri smartbot rispondono in tempo reale alle domande dei tuoi clienti, estraendo le informazioni più utili per fornire una risposta idonea. Se il bot non è in grado di rispondere ad una domanda, la girerà all’operatore per poi apprendere dalle sue stesse risposte.

Possiamo così riassumere i vantaggi del nostro assistente virtuale:

  • alto tasso di precisione;
  • riduzione dei tempi di risposta;
  • apprendimento smart.

Altra soluzione che forniamo ai nostri clienti è AIR (Advanced Image Recognition), capace di ispezionare un’immagine e leggerne i dati contenuti tramite il riconoscimento ottico dei caratteri. AIR è lo strumento perfetto per le aziende che devono tradurre immagini e testi in digitale.

Ecco i vantaggi derivanti dall’utilizzo di strumenti AIR:

  • riduzione degli errori;
  • tecnologia flessibile;
  • estrazione di maggiori informazioni.

I nostri assistenti virtuali non forniscono solo una risposta, ma sono la soluzione definitiva ai tuoi problemi. Per conoscere tutte le nostre proposte, contattaci!

 

Partner

Copy link
Powered by Social Snap