Differenza tra automazione intelligente e intelligenza artificiale

Automazione e intelligenza artificiale

Molto spesso quando si parla di industrie 4.0 si tende a confondere tra automazione ed intelligenza artificiale. Seppur abbiano degli aspetti in comune e lavorano in sinergia, si tratta di due tecnologie molto differenti. 

Entrambe le tecnologie vengono utilizzate dalle aziende che che stanno investendo in digitalizzazione.

Automazione intelligente: in cosa consiste

Automazione e intelligenza artificiale

L’automazione al giorno d’oggi si trova ovunque, non solo al servizio delle grandi azienda ma anche nelle abitazioni private. Vengono creati sistemi automatizzati per inviare mail, ma anche per accendere le luci o il riscaldamento di casa utilizzando un app sullo smartphone. 

In pratica l’automazione o meglio la Robotic Process Automation, comprende l’utilizzo di software che vanno a replicare le attività ripetitive permettendo di risparmiare tempo, risorse e denaro.

Grazie all’automazione molte aziende possono trasferire la gestione di alcuni processi e attività dagli esseri umani a una robotic workforce, accelerando i processi e gestendoli senza fatica, per 24 ore al giorno, senza rischio di errore.

Intelligenza artificiale: una marcia in più

A differenza dell’automazione l’intelligenza artificiale non permette solo di seguire lavori ripetitivi e time consuming, ma come un cervello umano è in grado di apprendere e di rispondere ad eventuali imprevisti. 

Proprio come gli esseri umani l’intelligenza artificiale crea dei modelli e delle categorie per organizzare il mondo circostante e per compiere azioni conosciute. E come gli uomini l’intelligenza artificiale cresce e migliora con l’esperienza. Quest’ultimo processo è definito machine learnig. 

La nascita dell’Intelligent Automation

Dalle loro definizioni si può facilmente capire la loro sostanziale differenza. Per fare un esempio concreto: La Robotic Process Automation può fare un ottimo lavoro nel gestire compiti ripetitivi basati su regole che in precedenza avrebbero richiesto uno sforzo umano, ma non è in continuo apprendimento a differenza di quanto avviene nel machine learning

Se qualcosa cambia nell’attività automatizzata il bot automatizzato in genere non sarà in grado di capirlo da solo e modificare di conseguenza determinati parametri.

Tuttavia, c’è sicuramente una relazione tra RPA e IA e quella relazione è in continua crescita.

Nel momento in cui l’automazione viene abbinato a rami dell’intelligenza artificiale come l’elaborazione del linguaggio naturale o la visione artificiale, le possibilità di un’automazione efficace aumentano. 

La convergenza dell’intelligenza artificiale con RPA consente alle aziende di automatizzare processi end-to-end più complessi e di integrare modelli e approfondimenti in questi processi per aiutare le persone a lavorare in modo più intelligente e veloce.

Ci si riferisce a questa convergenza come “intelligent automation“, un termine che fa riferimento a un “lavoratore digitale”, vale a dire il robot software o la macchina che funziona come un impiegato umano. 

Man mano che gli algoritmi IA diventano più sofisticati, i robot software possono passare dall’automazione di processi specifici al funzionamento come assistenti aziendali completamente cognitivi in grado di affrontare automaticamente tutti i tipi di attività ripetitive in tempo reale e alla fine liberare gli esseri umani da un lavoro che potrebbe altrimenti risultare banale e ripetitivo.

 

Vuoi conoscere gli strumenti ed i servizi che possiamo mettere a disposizione della tua azienda?

Contattaci subito!

Partner

Copy link
Powered by Social Snap